Come si produce un tappeto Warli

'Design weavers' è il percorso di creazione di un tappeto Warli. È un processo lungo e laborioso, che inizia a Milano dal design di prodotto, le combinazioni di textures, colori e filati e continua nei paesi in cui produciamo, India e Nepal. Quasi tutte le fasi di lavorazione sono realizzate manualmente in piccoli villaggi, per questo sono definite ‘cottage industries’.


Si inizia con la scelta dei migliori filati, lane, seta di bamboo, tencel, lino, pet riciclato, a cui seguono il lavaggio, la sbiancatura, la cardatura ed infine la filatura. Al termine di questi processi, le fibre vengono tinte da maestri tintori e successivamente stese al sole ad asciugare.


La tessitura e l'annodatura vengono svolte su telai a mano e spesso per le dimensioni dei tappeti, richiedono il lavoro di più persone contemporaneamente. Questa è la fase più delicata della lavorazione e prevede molta precisione, abilità e maestria. È anche la fase più lunga, tanto che un tappeto annodato di 4 m2 può richiedere anche diversi mesi di lavoro.


Una volta terminato il processo di tessitura, i tappeti sono controllati in ogni dettaglio e lavati al fine di esaltare la brillantezza dei colori e delle fibre. Come ultima fase, i tappeti vengono sottoposti alla rasatura, processo che assicura uniformità alla superficie e una corretta definizione del disegno o del pattern. In alcuni casi i tappeti vengono incisi tramite forbici da specialisti per dare alla superficie un effetto a rilievo o esaltarne il disegno.


Warli produce tappeti da interni o esterni, diversi tra loro per lavorazioni e materie prime. Ricerca, esperienza e profondo know-how sono gli elementi che utilizziamo per combinare pattern, disegni, effetti tattili, materialità e tecniche di produzione per le diverse destinazioni d'uso.



19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti